Il 2020 della Film Fund & Commission

20.01.2021

Appena prima che il Covid stravolgesse le programmazioni dei festival di tutto il mondo, avevamo accompagnato alla Berlinale Siberia di Abel Ferrara (in Concorso), Sole di Carlo Sironi (nella sezione Berlinale Special) e Faith di Valentina Pedicini (alla Berlin Critics’ Week)

Poi i lockdown hanno sospeso o annullato festival e riprese, ma, pur considerando i pochi mesi disponibili per girare e la complessità dei set Covid-free, molti progetti finanziati da IDM hanno battuto il ciak sul territorio per circa 190 giorni di riprese, con il coinvolgimento di numerose maestranze e attori locali. 

Tra Merano, Egna, l’Altopiano del Salto e il Renon, Roberto Faenza ha girato Resilient, sul premio Nobel per la medicina Mario Capecchi, mentre Val Pusteria e Passo Sella sono state location della serie tedesca Wild Republic. Tra le altre produzioni del 2020 ricordiamo il thriller tv Il Pastore dell’austriaco Andreas Prochaska per ZDF e ServusTV; il nuovo film di Andrea De Sica Non mi Uccidere, con Alice Pagani e Rocco Fasano; i documentari Niemandsland di Reinhold Messner, My Upside Down World di Elena Goatelli e Südtirols Hoher Norden di Jochen Hemmleb.

Il 2020 ha visto anche la messa in onda della serie Vite in fuga di Luca Ribuoli, con Anna Valle e Claudio Gioè, trasmessa su Rai Uno e disponibile su RaiPlay. Non potendo uscire in sala, la commedia natalizia di Alessandro Genovesi, Dieci giorni con Babbo Natale, è stata lanciata su Amazon Prime Video. Why not you (aka Hochwald) della regista bolzanina Evi Romen è stato presentato alla Viennale, al Torino Film Festival e al Tallinn Black Nights Festival. 

Il 2020 ha assegnato anche riconoscimenti importanti: il prestigioso “Young Talent Award” di Women in Motion è andato alla bolzanina Maura Delpero mentre lo scorso dicembre gli EFA 2020 hanno insignito Carlo Sironi dello European Discovery - Prix Fipresci. Inoltre il Lago di Resia vicino a Curon in Alto Adige concorre come unica location italiana tra le 5 finaliste dell'EUFCN Location Award, il premio promosso dall'European Film Commissions Network (EUFCN) in collaborazione con Cineuropa, che ogni anno durante l'EFM della Berlinale insignisce la migliore "Location cinematografica europea".

Anche se le sfide da affrontare in questo 2021 saranno molte, e già ci manca l’emozione della Berlinale live, non poteva esserci un avvio più incoraggiante per il nostro cinema che con la prima mondiale di due film di registi altoatesini nel programma di festival internazionali: Human Factors di Ronny Trocker e Windstill di Nancy Camaldo.