Programma Mentoring

ATTENZIONE: deadline estesa al 14 settembre 2020!

Premessa

Obiettivo a lungo termine di IDM Film Fund & Commission è rafforzare le/i filmmaker altoatesine/altoatesini e costruire una forte infrastruttura nel settore audiovisivo, che possa aumentare l’attrattività del territorio e contribuire alla creazione di un valore macroeconomico.

Nell’ottica di raggiungere questi obiettivi, costruendo il potenziale del settore locale, IDM Film Fund & Commission mette a disposizione il programma mentoring. I talenti locali avranno la possibilità di venire affiancati da professioniste/professionisti del settore, riconosciute/riconosciuti a livello internazionale, in uno scambio approfondito di idee con l’obiettivo di raggiungere, insieme alla propria/al proprio mentore, obiettivi aziendali e creativi.

 

1. Chi si può candidare al programma mentoring?

Per il programma mentoring di IDM possono avanzare la propria candidatura filmmaker (personalità fisiche e personalità giuridiche) aventi residenza fiscale o fisica in Alto Adige. Prerequisito per accedere al programma è un anno minimo di attività e corrispondente esperienza maturata nel settore dell’audiovisivo.

Verranno ammesse le candidature di filmmaker appartenenti ai seguenti reparti:

  • Produzione (produttori, organizzatori generali, delegati di produzione, coordinatori di produzione, assistenti di produzione, direttori/ispettori di produzione)
  • Trucco (truccatori, assistenti truccatori)
  • Costumi (costumisti, assistenti costumisti, guardarobieri, sarti)
  • Scenografia (scenografi, assistenti scenografi, art director, attrezzisti)
  • Suono (compositori, sound designer)
  • Regia (segretari di edizione)
  • Fotografia (assistenti operatori)

 

2. Quali documenti devono essere presentati per finalizzare la candidatura

Personalità giuridiche (es. case di produzione):

  • Certificato di residenza
  • Descrizione dell’azienda corredata da filmografia dettagliata
  • CV della/delle persona/persone che prenderà/prenderanno attivamente parte al programma per conto dell’azienda, comprendente i dettagli di contatto
  • Una lettera motivazionale (minimo 1600 battute, spazi esclusi) che tocchi in modo approfondito i seguenti punti:

    - Descrizione del proprio percorso professionale
    - Descrizione dei propri futuri obiettivi professionali
    - Motivazioni che hanno spinto alla candidatura e aspettative nei confronti del programma
    - Motivazione della propria idoneità a partecipare al programma
    - Descrizione delle proprie debolezze in ambito lavorativo
    - Descrizione degli obiettivi concreti da raggiungere in collaborazione con la mentore/il mentore e previsione dell’arco temporale previsto per il completamento del percorso
    - Motivazione per la scelta della mentore/del mentore, qualora venga avanzata una proposta

Personalità fisiche (es. liberi professionisti):

  • Certificato di residenza
  • CV corredato da filmografia dettagliata e dettagli di contatto
  • Una lettera motivazionale (minimo 1600 battute, spazi esclusi) che tocchi in modo approfondito i seguenti punti:

    - Descrizione del proprio percorso professionale
    - Descrizione dei propri futuri obiettivi professionali
    - Motivazioni che hanno spinto alla candidatura e aspettative nei confronti del programma
    - Motivazione della propria idoneità a partecipare al programma
    - Descrizione delle proprie debolezze in ambito lavorativo
    - Descrizione degli obiettivi concreti da raggiungere in collaborazione con la mentore/il mentore e previsione dell’arco di temporale previsto per il completamento del percorso
    - Motivazione per la scelta della mentore/del mentore, qualora venga avanzata una proposta

 

3. Quando è possibile presentare domanda di partecipazione?

È possibile presentare domanda di partecipazione al programma a partire dal giorno 06.04.2020, entro il giorno 14.09.2020 compreso.

Tutta la documentazione deve pervenire via PEC a Luisa Giuliani (luisa.giuliani@idm-suedtirol.com) o a Sophy Pizzinini (sophy.pizzinini@idm-suedtirol.com). In alternativa, è possibile far pervenire la documentazione tramite raccomandata con ricevuta di ritorno.

ATTENZIONE: in via del tutto eccezionale, data l’attuale situazione di emergenza, a fronte dei decreti governativi relativi al COVID-19, l’invio della documentazione per chi non ha la possibilità di usufruire di una PEC deve tassativamente avvenire tramite invio di una e-Mail con ricevuta di consegna e di lettura a uno degli indirizzi sopra citati.

 

4. Come avvengono la selezione al programma e la scelta della/del mentore?

Dopo aver esaminato e valutato i documenti, a seguito di un colloquio personale, l'IDM decide se la candidata/il candidato può essere ammessa/ammesso o meno al mentoring.

In caso di valutazione positiva, l'IDM avvia la ricerca di una mentore adatta/un mentore adatto. Una volta individuata la persona idonea, IDM sottopone alla/al potenziale mentore i documenti presentati dalla candidata/dal candidato. La/Il potenziale mentore ha la facoltà di decidere se avviare o meno il percorso di accompagnamento. Questo processo può richiedere tempo, indipendentemente dal lavoro di IDM.

 

5. Criteri per la selezione della/del mentee da parte di IDM

IDM Film Fund & Commission si riserva il diritto di verificare e valutare tutte le candidature pervenute. La commissione di valutazione è composta da tre collaboratrici/collaboratori dell’area IDM Film Fund & Commission. La commissione valuta i documenti dal punto di vista formale e giuridico con particolare attenzione alla loro completezza, al termine di consegna e al contenuto.

La valutazione avviene in due fasi:

  1. Verifica formale della documentazione: consegna entro i termini temporali previsti, completezza di tutti i documenti e adempimento di tutti i requisiti (certificato di residenza, CV che attesti un anno minimo di attività e corrispondente esperienza nel settore dell’audiovisivo, lettera motivazionale).

  2. Selezione della candidata/del candidato: IDM Film Fund & Commission si riserva il diritto di selezionare la candidata/il candidato in funzione allo sviluppo strategico dell’Alto Adige in qualità di location cinematografica. A questo proposito viene dato particolare peso alle professionalità che possano contribuire ad una ulteriore professionalizzazione della location cinematografica altoatesina. Gli ambiti di competenza delle professionalità ammesse alla candidatura sono riportate al punto 2 del presente bando.

    La valutazione si svolge sulla base dei documenti presentati per la candidatura e sulla base di un colloquio conoscitivo con la candidata/il candidato.

    I punti vengono assegnati come segue:
    0 – 10: lettera motivazionale (rilevanza per lo sviluppo strategico della location cinematografica altoatesina -si veda punto 2-, potenziale sviluppo della professionalità della candidata/del candidato tramite il programma di mentoring)
    0 – 10: curriculum e filmografia (completezza delle informazioni, esperienza di almeno un anno nel settore cinematografico, continuità dell'attività nel settore per il quale ci si candida)
    0 – 10: colloquio personale (presentazione della candidata/del candidato, interesse della candidata/del candidato, competenza professionale, rilevanza per l’ulteriore sviluppo dell’Alto Adige come location cinematografica, potenziale sviluppo professionale della candidata/ del candidato attraverso il mentoring)

 

I seguenti punti devono essere osservati:

  • La commissione valuterà i candidati assegnando un punteggio da 0 (minimo) a 10 (massimo). I punteggi assegnati vengono ponderati per ogni singolo criterio di valutazione, in base al parametro assegnato.
  • Verranno considerati idonei le candidate/i candidati che abbiano ottenuto un punteggio totale di minimo 7/10, raggiungendo un punteggio minimo di 6/10 in ciascun singolo criterio di valutazione.
  • Qualora l'esito della valutazione di uno dei documenti di cui al paragrafo 5.2 (lettera motivazionale e curriculum vitae con filmografia corrente) sia insufficiente (punteggio inferiore a 6/10), le candidate/i candidati non saranno ammesse/ammessi al colloquio personale e saranno escluse/esclusi dalla procedura di selezione.
  • Le candidate/I candidati che avranno superato la procedura di preselezione di cui al paragrafo 5.2 e la valutazione di cui al paragrafo 2, saranno invitate/invitati ad un colloquio personale.
  • IDM Film Fund & Commission si riserva il diritto di assegnare un numero limitato di mentoring all'anno.

 

6. Criteri per la selezione della/del mentore:

  • Esperienza professionale della/del mentore (valutazione del CV con filmografia attuale).
  • Esperienza professionale della/del mentore in relazione alle difficoltà e agli obiettivi della/del mentee (valutazione del CV della/del mentore e dei documenti presentati dalla/dal mentee per la candidatura).
  • Disponibilità della/del mentore nel periodo prefissato da IDM per lo svolgimento del percorso.
  • Valutazione dell’offerta della/del mentore dal punto di vista qualitativo ed economico.

7. Durata del programma

In caso di valutazione positiva della domanda e ammissione al programma, la durata del percorso verrà concordata individualmente tra IDM, mentee e mentore. Potrà variare tra i tre mesi e il massimo di un anno.

 

8. Natura del rapporto

La/Il mentee è la forza trainante del programma e quindi viene richiesta molta iniziativa personale. È fondamentale che gli obiettivi creativi e la formulazione della domanda vengano definiti in anticipo. La/Il mentee e la/il mentore sono completamente liberi impostare a loro piacimento, secondo le esigenze di ciascuno, lo svolgimento del mentoring. Gli obiettivi e la durata del percorso, così come le misure da mettere in atto, verranno definiti tra IDM, mentee e mentore durante un kick-off meeting. IDM si riserva il diritto di richiedere prova dei risultati ottenuti in corso d’opera, mediante la presentazione di un report. Al termine del percorso di mentoring, sia la/il mentee che la/il mentore devono presentare a IDM una relazione finale in forma scritta sul percorso affrontato.

 

9. Report

La buona riuscita del programma mentoring e il costante miglioramento dello stesso è interesse di IDM e, per questo motivo, dopo il primo colloquio con la/il mentore verrà richiesto alla stessa/allo stesso un costante scambio con IDM, che fornisca continui aggiornamenti sui progressi della collaborazione con la/il mentee. Alla conclusione del percorso di accompagnamento, sia la/il mentore che la/il mentee dovranno presentare una relazione finale in forma scritta, che riporti in maniera puntuale i risultati del lavoro svolto assieme, le esperienze e un feedback generale sul programma.

 

In questa pubblicazione usiamo per quanto possibile la forma femminile e maschile. Quando l’uso di entrambe le forme limita il flusso di lettura, rendendo il contenuto incomprensibile o confuso, utilizziamo solo la forma maschile, che include però anche quella femminile.